Resta in contatto

Approfondimenti

A.A.A. Samuel Gustafson cercasi disperatamente

Arrivato come uno dei grandi acquisti estivi, il classe ’95 non ha ancora trovato la sua dimensione nel centrocampo gialloblù

Cinque presenze in campionato, di cui tre da titolare (ma solo in un volta in campo fino alla fine del match), per un totale di soli 262 minuti giocati: sono numeri impietosi quelli di Samuel Gustafson, uno dei potenziali botti di mercato dell’Hellas Verona targato D’Amico.

“Potenziali” appunto, visto che, complici un paio di prestazioni incolori e un Fabio Grosso che “non lo vede”, il centrocampista di proprietà del Torino è tuttora un oggetto misterioso all’interno dello scacchiere scaligero.

POTENZIALMENTE DEVASTANTE. E dire che le premesse erano più che buone: arrivato con la nomea di giocatore completo, in grado di attaccare, difendere e impostare, sembrava che Gustafson potesse essere la chiave del centrocampo gialloblù. Il tipico possente fisico scandinavo, unito a piedi più che educati, avrebbero dovuto renderlo il classico “lusso per la categoria”, ma così non è stato.

DA PERNO AD ALTERNATIVA. Nonostante tutto, infatti, il vichingo sembra essere scivolato agli ultimissimi posti nella personale gerarchia di Fabio Grosso, il quale a centrocampo gli ha preferito addirittura Laribi e Dawidowicz fuori ruolo, ma anche un Henderson a dir poco anonimo nell’ultimo periodo. E dire che farebbe tanto comodo in un centrocampo che fino ad ora si è rivelato troppo “leggero” e non in grado né di fornire adeguato supporto agli attaccanti, né, soprattutto, di fungere da efficace filtro davanti alla ballerina difesa dell’Hellas.

BENEVENTO UN’OPPORTUNITÀ? Ecco perché urge quindi recuperarlo, possibilmente nel minor tempo possibile. A fornire l’occasione propizia potrebbe essere già il match di domenica, quando il Verona volerà a Benevento: l’infortunio di Colombatto, lo scarso stato di forma di Henderson e un Marrone non troppo convincente nel suo originario ruolo di mediano potrebbero infatti fornire a Gustafson una gigantesca chance per mettersi in mostra nel big match di domenica. Se il vichingo saprà scatenare il Ragnarok, però, dipenderà solo da lui…

 

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

Dategli un allenatore … vale per tutti

Commento da Facebook

Negatività o positività la scelta spetta al tifoso.Ma società o squadra sono un alibi.Cosa volete scegliere?

Commento da Facebook

basta allo stadiooooooooooooooooo o ci porta in serie c.

Commento da Facebook

A.A.A.Allenatore capace cercasi

Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a VERONA su Sì!Happy
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti