Resta in contatto

Rubriche

Verona-Crotone, le pagelle gialloblù di CalcioHellas

Le nostre valutazioni del pareggio 1-1 tra Hellas Verona e Crotone

Ennesima prestazione deludente dei gialloblù, che escono dal Bentegodi con un solo punto e sonore bordate di fischi al termine di un match contro un Crotone tutt’altro che irresistibile.

Queste dunque le nostre pagelle dell’incontro.

SILVESTRI: 6. Incolpevole sul gol, nel primo tempo compie un bell’intervento sulla botta da fuori di Rohden. Sicuro nelle uscite, non poteva fare molto di più.

FARAONI: 6. Per quanto imprecisi mette in mezzo un buon numero di cross, ed è sua l’imbucata che manda in porta Di Carmine. Si sbatte contro la sua ex squadra e si merita la sufficienza.

BIANCHETTI: 5,5. Pettinari sbuca tra lui e Marrone. Peccato, non aveva giocato male fino a quel momento.

MARRONE: 5,5. Si rende pericoloso con un paio di colpi di testa in avanti, ma come il “collega” avrebbe probabilmente potuto fare qualcosa di più in occasione del vantaggio rossoblù.

VITALE: 5,5. Si fa scavalcare dal cross dalla trequarti da cui poi si origina il gol: come contro il Carpi è forse troppo “morbido” nell’occasione. Prova a farsi perdonare con qualche cross insidioso e con qualche calcio da fermo, ma non è serata.

GUSTAFSON: 4,5. Sbaglia passaggi elementari e si divora un gol praticamente fatto. Altra prova opaca dello svedese, che dopo qualche discreta prestazione è tornato a essere un fantasma.

MUNARI: s.v. La sua partita d’esordio non dura nemmeno un quarto d’ora. Troppo poco per giudicarlo.

ZACCAGNI; 6. Dopo pochi secondi si divora un gol clamoroso, però come sempre è uno degli ultimi a mollare e fa anche espellere Rohden. Lotta, attacca e difende: dargli un’insufficienza sarebbe ingiusto.

MATOS: 4,5. Un’imbucata dopo pochi secondi e un’ammonizione. Per il resto nullo o quasi.

DI CARMINE: 5,5. Lasciato solo là davanti, si vede pochissimo. Se non altro la pareggia lui, ma è ancora troppo poco.

DI GAUDIO: 5,5. Qualche strappo in avvio, ma si perde alla distanza. D’altronde non può essere il salvatore della patria…

COLOMBATTO: 5. Mai una giocata degna di nota. Da lui ci si aspetta molto di più.

TUPTA: 5,5. Il ragazzo entra per alzare il tasso offensivo della squadra. Fa il possibile, ma non combina granché.

PAZZINI: s.v. Poco più di venti minuti in cui praticamente non ha nessun pallone giocabile.

GROSSO: 5. Questa sera è oggettivamente anche sfortunato (due cambi obbligati dopo un’ora di gioco, il primo al 13′), ma l’impressione è che ormai il suo tempo stia davvero volgendo al termine.

2 Commenti

2
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

Ma con voto 5 a scuola sei quasi promosso e non mi sembra il voto adatto a Grosso siete troppo buoni💛💙

Commento da Facebook

basta andare allo stadioooooooooooooooooo solo cosi’ il mercenario se ne andra’.

Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a VERONA su Sì!Happy
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche