Resta in contatto

Esclusive

Casale a CH: “L’arrivo di Aglietti mossa tardiva. Spero di rinnovare col Verona”

Intervista esclusiva con il difensore classe 1998 doppio ex della sfida che andrà in scena domani sera al Bentegodi

Domani sera l’Hellas Verona di Alfredo Aglietti affronterà al Bentegodi il Perugia nel primo turno dei play-off di Serie B: una sfida da dentro o fuori per i gialloblù, che si ritroveranno ad avere a che fare con una squadra senz’altro carica dopo il “ripescaggio”.

Per l’occasione la nostra Redazione ha quindi contattato Nicolò Casale, giovane difensore centrale di proprietà dell’Hellas in prestito al Südtirol ma che nella scorsa stagione ha indossato la maglia degli umbri: di seguito, dunque, la sua intervista integrale.

Intanto com’è andata questa stagione in Serie C a Bolzano?
«È stata una stagione in cui ho collezionato 40 presenze complessive tra campionato e Coppa Italia. Sono contento, perché mi sono trovato molto bene e sono cresciuto come giocatore in una società importante. Sicuramente posso solo che essere felice di quanto fatto, anche se nell’ultima parte di campionato ho avuto degli acciacchi e non sono riuscito a mantenere quella continuità: ho subito una brutta contusione al piede e da lì non ho recuperato bene. Tutto sommato però è stata una stagione positiva, 40 presenze non sono poche».

Domani si gioca Verona-Perugia, sarai allo stadio?
«Mi farebbe molto piacere però non ne sono ancora sicuro, perché oggi è l’ultimo giorno che mi alleno qui e domani poi dovrò sistemare alcune cose per il trasloco. Se riesco ad anticipare tutto credo che che sarò al Bentegodi, perché penso  che quella di domani sarà una partita molto bella e importante per il Verona».

Com’è stata la tua esperienza al Perugia nella passata stagione?
«A livello di crescita per me è stata un’esperienza importante, la mia prima tra i professionisti perché ero appena uscito dalla Primavera. Non ho trovato molto spazio, però c’è da dire che comunque davanti a me c’erano tanti giocatori di esperienza in quanto la squadra era stata costruita per arrivare in alto».

Il Verona  si è qualificato ai play-off grazie a una doppietta di Di Carmine: credi possa ripetersi anche domani da ex?
«Samuel l’ho conosciuto personalmente ed è una bravissima persona. Un giocatore che si fa sempre trovare pronto anche se sicuramente non ha ripetuto la stagione dello scorso anno a Perugia, quando aveva segnato 20 gol. Nell’ultima partita però è stato decisivo e ha permesso al Verona di qualificarsi ai play-off: sicuramente potrà fare la differenza in queste partite».

Cosa ne pensi dell’arrivo di Aglietti in questo finale di campionato?
«Sinceramente credo sia stata una mossa un po’ tardiva, visto com’è andata la stagione mi aspettavo che il cambio in panchina arrivasse prima. Credo che la Società abbia voluto cambiare per ottenere una svolta dentro la testa dei giocatori. Ovviamente l’allenatore in due settimane non può svoltare il gioco, però il suo impatto nella partita contro il Foggia c’è stato. Adesso ha avuto un po’ di tempo per preparare la partita contro il Perugia e credo possa andare bene». 

Il tuo futuro?
«A fine giugno rientro al Verona dopo il prestito. Ho ancora un anno di contratto e spero che abbiano visto la stagione importante che ho fatto. Spero in un rinnovo perché giocare nella squadra della mia città sarebbe il mio sogno. Poi dipenderà ovviamente da come andranno i play-off. Mi auguro di prendere parte al ritiro estivo anche se ancora non so nulla, perché potrebbero esserci molti cambiamenti. Dovrò parlare con la dirigenza e spero di riuscire a ritagliarmi un posto».

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive